Fame da Lupi: in 60 alla Riserva dei Ghirardi

Segnali positivi di valorizzazione ambientale della montagna

Sessanta partecipanti impegnati a trovare le tracce del lupo nella Riserva Regionale dei Ghirardi (Parchi del Ducato), in Alta Val Taro, e parlarne, poi, all’agriturismo Il Cielo di Strela, tra una portata e l’altra. Qui le foto, nel nostro album flickr. Continua a leggere

Fame da Lupi

Quattro escursioni conviviali nella montagna parmense per conoscere il lupo. Continua a leggere

Autostrada Ti-Bre, lo scempio sconosciuto

L’appello a PD e M5S: è un’opera inutile da fermare, mostrate ai cittadini che la politica può ancora cambiare le cose.

Abbiamo presentato un video di informazione e denuncia sul progetto di autostrada TI-BRE ormai di imminente realizzazione. Un progetto inutile ed un vero scempio per la pianura parmense del Parmigiano Reggiano, di cui pochissimi sanno l’esistenza, gli scopi ed i costi.
Continua a leggere sul sito regionale oppure guarda il video.

Legambiente presenta “Tibre, lo scempio sconosciuto”

Legambiente presenta “TI-BRE – lo scempio sconosciuto”, un breve video realizzato per dare informazione sui 9 km di autostrada Tirreno-Brennero che tra poco potrebbero devastare la pianura della bassa parmense.
Un progetto inutile e di cui moltissimi cittadini ignorano persino l’esistenza.

Appuntamento giovedì 26 febbraio, ore 18 c/o sala civica, via Bizzozero 13, Parma
A seguire presentazione dello stato del progetto, delle sue criticità e dibattito con i presenti.

A partire dai giorni successivi il video sarà visibile anche sul canale youtube di Legambiente Emilia Romagna.

Bozza volantino Ti-Bre

Ecolegalità 2.0 – La scuola contro le ecomafie per un futuro di legalità

Sabato 21 febbraio dalle ore 8.30 alle ore 12.00, presentazione a Parma del progetto Ecolegalità 2.0, ideato da Legambiente Emilia Romagna e co-finanziato dalla Regione Emilia Romagna, con l’obiettivo di diffondere la cultura della legalità e l’attenzione ai temi delle Ecomafie nel mondo giovanile. Volantino Ecolegalità_PR Continua a leggere

Il Parco Ducale e l’ipocrisia di M’Illumino di meno

Il Comune di Parma anche quest’anno ha aderito alla giornata “M’Illumino di meno” spegnendo per qualche ora le luci del palazzo del Governatore e di qualche ufficio pubblico.

All’apparenza un segno di buona “sensibilità” ambientale, di attenzione alla questione energetica e al problema dell’eccesso di illuminazione. In realtà il segno di un’adesione ipocrita quando, nel contempo, non si agisce su tante situazioni di possibile risparmio energetico vero, anche di piccola portata.
Continua a leggere

Legambiente molto preoccupata dal progetto cinese per l’aeroporto

Legambiente è molto preoccupata dal progetto fumoso presentato dai cinesi di IZP Technologies sul futuro dell’aeroporto Verdi. I timori sono di due tipi: da un lato il saccheggio del territorio, dall’altro la sensazione di un imbroglio tipo quello subito dal Parma Calcio. Continua a leggere

Legambiente approva i blocchi del traffico per l’emergenza smog

Legambiente approva il provvedimento antismog deciso dall’Amministrazione Comunale di Parma per affrontare la situazione di emergenza determinatasi con i continui sforamenti dei livelli di polveri sottili, con blocchi estesi del traffico in caso di sforamenti continui di 4 giorni. Continua a leggere

Lupo: la parola agli esperti, non a sedicenti ambientalisti filo-venatori

L’ultimo articolo a tema lupo apparso sulla Gazzetta di Parma (30.1.2015) è il classico esempio di come un’opinione qualunque venga elevata a notizia, senza che sia supportata dai fatti, né dalla dubbia competenza dell’intervistato. Sono tali e tante le falsità e le sciocchezze sostenute nell’articolo che non ha nemmeno senso controbattere. Continua a leggere

Giudizio positivo sulla raccolta differenziata a Parma. Ma necessari miglioramenti

Il 67% di raccolta differenziata raggiunto nel 2014 a Parma è un risultato lusinghiero. Legambiente dice Grazie ai parmigiani, perché non è stato facile. Sappiamo che il cambiamento è stato, ed è, impegnativo: separare i rifiuti in 5 tipologie e tenerli da parte in attesa del giorno di esposizione comporta un cambio di abitudini e qualche disagio da affrontare. Però è importante farlo perché in questo modo contribuiamo a rendere migliore il futuro: meno inquinato e con più recupero di risorse. Continua a leggere