Scuola avvio con due buone notizie: acqua pubblica nelle mense e addio amianto

Parma, 15 settembre 2014

Legambiente,  sottolinea con favore le due buone notizie che caratterizzano, sul fronte ambientale, l’avvio del nuovo anno scolastico, merito dell’impegno dell’Amministrazione Comunale di Parma.

La prima novità è l’estensione, in tutte le scuole cittadine, dell’utilizzo dell’acqua pubblica nelle mense. Un provvedimento che ha una forte valenza ambientale, con un duplice aspetto: innanzitutto la valorizzazione dell’acqua, elemento cardine della vita, come un bene comune e la garanzia dell’approvvigionamento sicuro tramite l’acquedotto. Secondariamente la riduzione dei rifiuti, poiché giustamente l’acqua dal rubinetto sarà servita in caraffa agli scolari, con conseguente azzeramento della plastica delle bottigliette usa e getta.

Legambiente si augura che, con il tempo, si possa anche ottenere un risparmio economico con l’utilizzo dell’acqua pubblica, dato che il numero ingente di controlli (sempre tutti in regola) pare essere più dovuto a un bisogno di rassicurazione di una società malata di iper igienismo che dovuto ad una reale necessità di controllo dell’acqua nella rete acquedottistica che serve le scuole.

Legambiente invita il Comune ad accompagnare questa meritoria operazione con un’adeguata azione di informazione-formazione verso gli studenti, sul bene acqua e la scelta di farlo rimanere un bene pubblico e non privatizzato.

La seconda notizia è la bonifica dall’amianto in tutte le scuole, grazie al completamento dell’operazione di rimozione e sostituzione dei tetti e coperture, avviato due anni fa dal Comune. Pur non essendoci un pericolo immediato per la salute, poiché si trattava di coperture integre, era raccomandabile la sostituzione dei tetti ed è stato opportuno eseguirla. Il prossimo passo da compiere sarà l’efficientamento energetico degli edifici scolastici.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *