Festa dell’Albero & Festa d’Autunno

Torna anche per il 2016 la Festa dell’Albero con tante iniziative organizzate da Legambiente. Gli alberi, i nostri amici più preziosi in natura, ci proteggono dall’inquinamento atmosferico e acustico, contribuiscono a mitigare gli effetti dei mutamenti climatici, riducono il pericolo di frane e smottamenti, rendono unici i nostri paesaggi, ci regalano ombra, frutti e legno.
In particolare l’edizione di quest’anno è dedicata al fenomeno preoccupante del consumo di suolo.

Il programma prevede per venerdì 18 novembre:
– al mattino, i bambini della scuola scuola primaria Santa Rosa avranno la possibilità di conoscere alcune specie di alberi presenti all’interno del Parco dei Poeti (ex parco Bizzozero), i miti e le tradizioni attorno ad essi tramite una breve visita guidata seguita da un momento creativo in cui i bambini potranno costruire un albero col metodo Munari;
– al pomeriggio durante la ludoteca di Legambiente verrà proposta l’ attività ricreativa dell’albero di Munari. I posti disponibili sono agli sgoccioli, per chi fosse interessato si prega di prenotare a questo indirizzo: leda@legambienteparma.it;
– alle 19 si chiuderà la Festa dell’Albero con un aperitivo.

Domenica 20 novembre all’interno della Festa d’ Autunno, realizzata presso il Parco dei Poeti, al mattino, si terrà una visita naturalistica aperta a tutti con illustrazione delle specie arboree presenti all’interno del parco. Al termine della mattinata sarà piantumato un albero autoctono, l’ Olivello Spinoso.
Durante l’intera giornata ci saranno banchetti artigianali, una gara di succulente torte e molto altro.

Molte persone infatti non conoscono questi preziosissimi alleati che ormai sono diventati l’alternativa ad un uso del suolo sempre più sconsiderato, aiutandoci oltretutto a rendere migliore la qualità dell’aria che respiriamo.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *