Assemblea 2014

L’assemblea annuale di Legambiente Parma si è svolta sabato 8 novembre, con una folta partecipazione.
In apertura vi è stata una sintetica relazione sullo stato dell’associazione, a cura del presidente Francesco Dradi.

Documenti: (1) stato_associazione_2014 – (2) video centro estivo / valorizzazione Bizzozero

A seguire interventi e riflessioni sull’alluvione del 13 ottobre, con due relazioni. Dapprima il geologo Stefano Castagnetti ha spiegato in dettaglio le cause dell’esondazione del torrente Baganza al Montanara, dalle copiose piogge al rapido ingrossamento del fiume, al mancato funzionamento dell’allerta di protezione civile. Poi il responsabile dell’area tecnica dei Parchi del Ducato (nei fatti: responsabile del Parco del Taro), Michele Zanelli, ha illustrato l’importanza del parco come elemento di rinaturalizzazione del fiume Taro, con progressivo riallargamento dell’alveo e della sinuosità del fiume, rispetto a vent’anni fa, con vistosi miglioramenti nelle situazioni di piena.
Sull’alluvione il documento di Legambiente esprime un giudizio favorevole alla realizzazione della cassa di espansione del Baganza purché contestualmente si perseguano queste altre azioni: delocalizzazioni di fabbriche e attività produttive nella golena del fiume; sgombero di tutte le costruzioni abusive; rifacimento del ponte ciclopedonale della Navetta.
Infine Alessandra Uni ha dato conto del volontariato di protezione civile svolto dalle Guardie Ecologiche di Legambiente.

Documenti: (3) legambiente doc_alluvione_2014 – (4) relazione Legambiente_8_11_2014_Castagnetti (25 MB) – (5) relazione  Zanelli (6,8 MB) – (6) presentazione Gela (9 MB).

La terza sessione dell’assemblea ha visto il presidente Dradi illustrare “Tre idee per la città” che vogliono essere altrettanti impegni dell’associazione:
a) Pedonalizzazione del centro storico al sabato dalle 10 alle 19.
b) Vuoti a rendere. Un progetto di raccolta di segnalazioni degli edifici vuoti in città con proposte per un utilizzo temporaneo. Il primo esempio è il deposito abbandonato in via della Villetta, di proprietà pubblica (Smtp), con possibile destinazione temporanea a parcheggio scambiatore.
c) Spiaggia estiva nella Parma. Una boutade, ma … da verificare. (Piuttosto di un parco urbano che andrebbe sott’acqua ogni autunno).

Documenti: (7) tre idee minimal di Legambiente ideeminimal_2014 – (8) articolo case invendute popolazione

Nel corso dell’assemblea sono intervenuti, tra gli altri, i candidati consiglieri alla Regione Emilia-Romagna, Antonio Bodini (Altra Emilia-Romagna), Daniele Ferretti (Emilia-Romagna Civica) e Carla Mantelli (Pd) riprendendo varie argomentazioni per la tutela del territorio dalla cementificazione. È poi intervenuto l’assessore comunale a Lavori Pubblici e Urbanistica, Michele Alinovi, il quale ha annunciato un concorso di idee per la ricostruzione del ponte della Navetta, stimando il costo in 1 milione di euro, e un ampio programma di demolizione di 90 strutture abusive nelle golene dei fiumi con impegno di spesa di 860mila euro. Alinovi ha poi espresso un interesse favorevole alle proposte di Legambiente su pedonalizzazione del sabato e utilizzo del deposito ex Smtp, mentre ha sollevato perplessità sulla spiaggia nel torrente.
L’assessore Alinovi ha poi stigmatizzato la candidata Mantelli dicendo che nel 2006 votò a favore di varianti urbanistiche che portarono nuovi centri commerciali, asserendo che si astenerro o votarono contro solo gli allora consiglieri Vescovi (Margherita), Ablondi e Cutaia (Rifondazione Comunista) e Tommasini.
La querelle ha poi avuto un seguito di cui è doveroso dare conto:
Mantelli ci ha fornito un documento del 2006 con le posizioni espresse all’epoca, da cui si evince la sua contrarietà alle politiche urbanistiche della giunta Ubaldi e che in quello specifico consiglio comunale fu assente; sono quindi arrivate le scuse dell’assessore Alinovi alla consigliera Mantelli, per essere incorso in errore. Scuse che rendiamo pubbliche.

Documenti: (9) i documenti forniti da Mantelli (Del CC 52 del 6-4-2006 Centri Commerciali2006 ) e (10) il messaggio di Alinovi scuseAlinovi_Mantelli.

L’assemblea si è conclusa con la consegna dei premi:  (11) I premi e le motivazioni.

I premiati (in sintesi):

I Cigni d’oro 2014 sono stati conferiti a: Comune di Montechiarugolo (sezione enti pubblici); Iomangiolocale (sezione economia); Cristiano Antonino di Rossoparma (sezione informazione); Renzo Biacca (virtù civica); Montanara Insieme (virtù civica/associazionismo); Consulta degli Studenti (virtù civica /associazionismo); Salvatore Ziliani (legambientino dell’anno); Iulia Teclici (legambientina dell’anno).
La Macchia nera è andata alla ditta Citterio spa.

Infine:

Le foto della giornata sul nostro album

Rassegna stampa web:
Rosso Parma
Repubblica / 1
Repubblica /2
Tv Parma