Condono edilizio per il ponte nord, chiamiamo le cose col loro nome

La deroga per il ponte nord approvata dal Senato è un condono edilizio. Le cose vanno chiamate col loro nome e Legambiente prende atto con amarezza che l’unica soluzione trovata dalle Istituzioni è quella di un condono, a conferma che la scellerata, inutile e costosissima opera voluta dagli allora sindaci Ubaldi e Vignali, con fautore politico il progettista Guasti, non poteva essere costruita, stante la legge Galasso a tutela dei fiumi. Continua a leggere

Il Comune di Parma dà ragione a Legambiente nel merito tecnico sulle Osservazioni all’aeroporto

Il Comune di Parma dà ragione a Legambiente ed è già una notizia. Stiamo parlando delle Osservazioni alla VIA per l’ampliamento dell’aeroporto, da ieri liberamente consultabili sul sito del Ministero dell’Ambiente.

In molti punti i rilievi avanzati dai tecnici del Comune coincidono con quelli evidenziati da Legambiente. Questo significa preliminarmente due cose: la prima è che il lavoro svolto da Legambiente, WWF, ADA, cittadini di Baganzola ed esperti, è stato di alto livello. La seconda è che tale analisi e deduzioni sono oggettive, scientifiche e non pretestuose. Continua a leggere

Legambiente, WWF e ADA chiedono il diniego della VIA per l’aeroporto. Ampio sostegno popolare alle 12 Osservazioni

Legambiente e WWF e ADA – Associazione Donne Ambientaliste hanno inviato 12 Osservazioni all’ampliamento della pista dell’aeroporto Verdi alla Commissione VIA (Valutazione Impatto Ambientale) del Ministero dell’Ambiente.

Le associazioni chiedono il diniego alla concessione della Valutazione d’Impatto ambientale per il pesante carico inquinante che si determinerebbe sul territorio, non suffragato a dovere da adeguate contromisure, in alcuni casi impossibili da attuare essendo l’abitato di Baganzola prossimo alla pista aeroportuale. Inoltre la documentazione è parsa carente e contraddittoria, non rispondendo alle aspettative di esaustività delle informazioni necessarie.

Continua a leggere

Incontro sulla Valutazione di Impatto Ambientale dell’ampliamento dell’aeroporto

Legambiente, assieme a WWF e ADA Associazione Donne Ambientaliste, organizzano giovedì 8 novembre alle ore 21 al teatro parrocchiale di Baganzola un incontro per discutere dell’ampliamento dell’aeroporto Verdi ora sottoposto alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA).

Le associazione ambientaliste – che, come loro abitudine, anche questa volta lasciano ad altri gli agi del salotto, per agire concretamente sul territorio a difesa dell’ambiente, della popolazione e della legalità – hanno formato un gruppo di lavoro per redigere le Osservazioni alla VIA per l’allungamento della pista aeroportuale.
L’assemblea ha lo scopo di informare sullo stato di avanzamento della VIA e raccogliere spunti e contributi. Da una prima lettura sommaria dei documenti, molti sono i punti interrogativi aperti, per gli abitanti: dall’impatto acustico all’aumentato rischio della navigazione aerea, senza considerare l’ulteriore cementificazione del territorio.

L’incontro sarà anche l’occasione per fare il punto sul cantiere del centro commerciale Parma Urban District attualmente sotto sequestro da parte della Magistratura.

Integrazione all’esposto sull’incompatibilità del centro commerciale in zona aeroporto

Legambiente, assieme a WWF e ADA Associazione Donne Ambientaliste, ha depositato un’integrazione all’esposto sull’incompatibilità del mega centro commerciale di Baganzola rispetto alle zone di tutela del rischio previste per gli aeroporti. Incompatibilità che ha già portato al sequestro del cantiere, da parte della Guardia di Finanza su ordine della Procura della Repubblica.

L’integrazione si basa su documentazione relativa a carteggi tra Comune di Parma ed Enac (Ente Nazionale Aviazione Civile) che solo recentemente le associazioni ambientaliste hanno avuto modo di visionare. Una interlocuzione tra i due enti pubblici che evidenzia le forti difformità di vedute sull’applicazione della normativa, con il Comune sostanzialmente sordo ai richiami di Enac sul rischio aeroportuale. Continua a leggere

Sequestro del mall: le “relazioni pericolose” sono venute a galla. Ora la città si interroghi

Siamo onorati che la Procura della Repubblica(nel link il comunicato del sequestro del mall) abbia dato ascolto al nostro esposto del giugno scorso. L’inchiesta della magistratura accoglie in pieno tutti i dubbi che Legambiente aveva avanzato sulla legittimità del mall – mega centro commerciale di Baganzola, rispetto all’assente piano di rischio aeroportuale del “Verdi”. Non a caso le chiamavamo “relazioni pericolose” .

(Foto di Marco Vasini tratta dal sito parma.repubblica.it)

Continua a leggere