famelupi_testata

È con viva soddisfazione che presentiamo Fame da Lupi. Quattro uscite sul territorio per cercare di vedere il lupo da vicino, in montagna.

Questi i link con tutti i dettagli informativi:

Locandina con calendario uscite.

Comunicato stampa con programma completo.

Uscita Domenica 15 marzo (programma)

Resoconto uscita domenica 15 marzo  – Album fotografico

Qui, in poche righe, proviamo a riassumere il significato politico di questa iniziativa che ha lo scopo di superare la contrapposizione di fazioni “pro e contro” il lupo, per favorire la diffusione delle informazioni e contrastare paure immotivate.

Sapete tutti delle polemiche di fine anno scorso. Dopo aver ribadito la nostra posizione (link) abbiamo compiuto un lavoro sottotraccia, sostituendoci talvolta all’inerzia di alcuni attori ma sempre pronti a fare un passo indietro rispettosi dei ruoli, per uscire dal “muro contro muro”, riconoscere le posizioni altrui e i giusti timori degli amministratori locali e favorire la circolazione delle informazioni sul lupo per contrastare le dicerie.

Da subito abbiamo pensato a queste gite con esperti, da concludere a tavola, abbinando conoscenza della natura e del territorio, in un’ottica di promozione turistica della nostra montagna (e suggerire di usare il lupo come “brand”, per dirla in termini markettari).

Con piacere abbiamo avuto una immediata condivisione spontanea e unitaria di un ampio e importante fronte ambientalista e, subito dopo, la accoglienza e condivisione con le istituzioni (Provincia di Parma, Ente Parchi del Ducato, Comuni della montagna) e, da ultimo, last but not least, una risposta positiva, in modo informale e non strutturato (precisazione doverosa) anche dal mondo venatorio.

Insomma la dimostrazione che gli ambientalisti sono capaci di costruire un futuro di bellezza, basato su buone relazioni tra le persone, che favorisce la promozione del territorio, il tutto nella cornice della tutela della natura e della biodiversità.

Adesso tocca a voi. Vi aspettiamo. Chissà, magari riusciamo a vederlo un lupo.

FD